Residenz, Schwarzer Saal

Monaco

Condividi su

La Schwarzer Saal si trova all'interno della Residenza di Monaco di Baviera (Münchner Residenz), che per secoli ha rappresentato il fulcro politico e culturale prima del ducato e poi, dal 1623, del principato, per finire col regno bavarese dal 1806 al 1918.

Nella sua doppia funzione di reggia e di sede del governo la Residenza è inscindibilmente legata alla dinastia dei Wittelsbach. I singoli regnanti fecero sistemare e ampliare le stanze a loro piacimento e per tali lavori vennero incaricati rinomati artisti. La Residenza era inoltre il luogo in cui i regnanti conservavano le loro collezioni d'arte e il tesoro della casata.

Il primo insediamento in quest'area risale al 1385. Il nuovo castello (Neuveste - nuova fortezza), circondato da ampi fossati servì come difesa dell'antica corte che si trovava nel centro della città e fungeva da residenza dei signori Wittelsbach. I muri di fondazione e le volte gotiche sono la parte più antica del palazzo. La residenza si sviluppò nei secoli a seguire ma non si discostò dal nucleo originario del Neuveste, ma furono cotruiti in aggiunta diversi edifici, il primo dei quali fu l'Antiquarium, al quale si aggiunsero via via un monastero, case e giardini. Sono pertanto presenti diversi stili architettonici a partire dal tardorinascimento, il barocco, rococò. Notevole è il Teatro Cuvilliés, costruito tra il 1751 e il 1755 su progetto dell'architetto François de Cuvilliés il vecchio, in collaborazione con artisti della corte monacense. Esso rappresenta un capolavoro dell'architettura teatrale di corte del Rococò.


da Wikipedia

12 Settembre 2011 09:00

Panel 7 - La giustizia e l’amore nelle Scritture



Presiede

Laurent Monsengwo Pasinya

Cardinale, Arcivescovo di Kinshasa, RDC


Intervento

Alexandr

Metropolita ortodosso, Patriarcato di Mosca

Joachim Gnilka

Teologo cattolico, Germania

Ole Christian Mælen Kvarme

Vescovo luterano, Norvegia

Giuseppe Laras

Presidente em. Assemblea dei Rabbini d'Italia e Rabbino Capo di Ancona

Armand Puig I Tàrrech

Teologo cattolico, Spagna

Mahmoud Al-Habash

Ministro degli Affari Religiosi, ANP


12 Settembre 2011 16:00

Panel 19 - L’uomo contemporaneo alla ricerca di Dio



Presiede

Shear-Yashuv Cohen

Rabbino Capo di Haifa, Israele


Intervento

Barthélémy Adoukonou

Vescovo, segretario del Pontificio Consiglio della Cultura, Santa Sede

M. Maytham Al-Khayat

Consigliere politico del OMS-EMRO, Egitto

Philippe Barbarin

Cardinale, Arcivescovo di Lione, Francia

Claude Baty

President of the French Protestant Federation

Mustafa Ceric

Presidente del Congresso Bosgnacco Mondiale, Bosnia e Erzegovina

Berl Lazar

Rabbino Capo della Federazione Russa


13 Settembre 2011 09:00

Panel 30 - La primavera araba: la Tunisia



Presiede

Hans-Henning Horstmann

Ambasciatore di Germania presso la Santa Sede


Intervento

Abdul Majeed Al-Najjar

Membro dell'Assemblea Costituente, Tunisia

Slaheddine Jourchi

Giornalista e attivista per i diritti umani, Tunisia

M'hamed Krichen

"Al-Jazeera", Tunisia

Abdelfattah Mourou

Primo vicepresidente del Parlamento, Tunisia

Ghassen Rguigui

Studente, Tunisia